SALONE DEL MOBILE 2016

Bentornati sul mio blog con quello che forse è uno degli articoli più entusiasmanti dell’anno. Oggi infatti ci diamo appuntamento con la rubrica annuale sull’evento più atteso da tutti gli appassionati e i professionisti del settore arredo: il Salone del Mobile.

In questo periodo stanno spopolando già da settimane contenuti di questo tipo, ma le informazioni che riusciamo a cogliere non sono mai abbastanza perchè è praticamente impossibile riuscire a vedere in maniera completamente esaustiva tutto quello che offre Milano durante la Design Week, quindi ogni reporter tenderà a trasmettere notizie e messaggi di quello che è riuscito a vedere secondo delle scelte di selezione del tutto personali.

Ora quindi è arrivato il momento di tirare le somme, riflettere su foto fatte, dépliant e biglietti da visita raccolti quasi alla rinfusa e analizzare il tutto per potervi dare notizie e informazioni il più possibile chiare e complete.

Prima di tutto però vorrei condividere con voi alcune cose che hanno reso il mio Salone del Mobile davvero unico anche quest’anno.

Come questo:

1

Biglietto fatto e pagato… ma aspetta, su quella reception c’è scritto “Press Stampa”. Andiamo a chiedere informazioni! …… Et voilà, il mio primo press in qualità di blogger che mi ha permesso tra l’altro anche di scattare foto dove era quasi impossibile!

E poi vi ricordate del brand Vibrazioni di cui vi aveva parlato la mia amica Valentina Morlacchi in un guest post qui sul mio blog? Beh, anch’io sono riuscita a conoscere personalmente i progettisti di questi prodotti e vedere i loro progetti dal vivo dopo averli visti dalle fotografie mi ha emozionato tanto. Inoltre sono stati davvero carini a presentarmi bene le fasi di produzione a cui vengono sottoposti i loro articoli per poter diventare come quelli che ho potuto toccare al Salone.

Anche l’organizzazione pre e post partenza comunque è riuscita a rendere speciale la mia giornata: l’app ufficiale “iSaloni” è stata creata davvero bene e io che avevo in tasca il mio smartphone sono riuscita ad orientarmi senza problemi (e per la prima volta con consapevolezza!) tra i vari padiglioni, scegliendo quello che volevo vedere subito bene e quello che invece avrebbe potuto aspettare. Acquistare il trolley sul posto inoltre è stata una mossa azzeccatissima: basta più buste pesantissime da portare avanti e indietro per tutta la giornata e che ingombrano le mani, non permettendo di sbizzarrirsi con le foto!

Da qui, mi viene in mente che potrei ricordarmi di scrivere per voi (e sopratutto per me!) un articolo in prossimità del prossimo Salone in cui riassumere i punti per organizzarsi al meglio alla visita di questo straordinario evento. E magari chissà, l’anno prossimo potrei scoprire altre chicche per poter rendere ancora migliore questa esperienza. Ma di sicuro la mia visita al Salone rispetto all’anno scorso si è evoluta di bene in meglio!

Ma siete pronti ora a scoprire insieme quello che sono riuscita a cogliere per voi dal Salone del Mobile di quest’anno?

Inizierei a parlarvi del padiglione Satellite che, come già molti di voi sanno, è uno dei padiglioni più interessanti in quanto giovani ragazzi scelgono questa vetrina per presentare i loro progetti e cercare la loro strada nel mondo del design.

E vi presento Devista.

2.JPG

Devista è un tavolino pieghevole per i balconi dallo spazio ridotto. Non ha gambe né elementi di assemblaggio, è formato solo da due componenti rettangolari e da una corda. In questo modo può essere agganciato e usato in qualsiasi spazio.

E io aggiungerei che anche inserirla all’interno delle mura domestiche, magari con l’applicazione di una finta ringhiera a parete (così come è stata presentata nell’installazione) potrebbe essere qualcosa di ancora più interessante, perchè permetterebbe di disporre di una mensola, anche dove sarebbe impensabile (non solo per questioni di spazio!).

3.JPG

La particolarità di queste che sembrano semplici lampade, è che in realtà sono lampadine inserite all’interno di silhouette in tessuto. Questo permette la massima personalizzazione dei motivi che si vogliono, i quali possono ad esempio richiamare la stampa del piumone del letto o la fantasia dei cuscini sul divano. In questo modo si può avere quella che sembra una normale lampada da tavolo (anche a parete come in foto) in abbinamento ad un altro elemento tessile che abbiamo in casa.

4.JPG

Questo ragazzo invece è riuscito a progettare diversi effetti da applicare a semplici lampadine. Ma a me è particolarmente piaciuta questa che grazie ad una pompa e a dell’acqua oltre a illuminare crea un divertente gioco di bolle in continuo movimento al suo interno e sicuramente dei particolari effetti luminosi. Le idee semplici sono sempre le migliori!

IMG_3292.JPG

E se vi dicessi che questa sedia è stata realizzata da pezzi di plexiglas completamente trasparenti? I colori sono dati dalla forma che questa seduta in realtà ha; infatti si tratta di un prisma! Assolutamente sconvolgente!

6.JPG

Lo stile nordico dello Studio Lotte Douwes e il loro magnifico vaso appeso.

Ma come è già stato detto più volte, questo al Salone del Mobile, era anche l’anno dell’FTK, ovvero delle nuove tecnologie per la cucina.

E alzi la mano chi conosceva già queste mini lavastoviglie per l’uso domestico, grandi quanto appena un fornetto a microonde.

7.JPG

Questa in foto è quella presentata da Electrolux.

Questa è invece la proposta di Candy.

8.JPG

La tecnologia e le tendenze di quest’ultimo periodo propongono inoltre sistemi di aspirazione che sostituiscono la tradizionale cappa, posizionando ventole al centro del piano cottura.

9.JPG

E questa è l’inconfondibile proposta di Smeg e dei suoi bellissimi colori!

10.JPG

Quasi tutti i brand hanno comunque proposto la tecnologia del piano cottura a induzione.

Questi rubinetti sembrano quasi dei bracci robotici. In realtà la loro funzione è semplicemente quella di erogare dell’acqua. Proiettano inoltre una luce che varia dal rosso al blu in base alla temperatura dell’acqua per mezzo di una turbina, quindi senza alcuna necessità di un impianto elettrico annesso.

13.JPG

Elica

Snap è un rilevatore intelligente d’aria. E’ capace di percepire quando c’è troppa umidità in casa o più semplicemente quando quest’ultima necessita di un ricambio d’aria. Funziona anche con wifi o semplicemente con sim per essere controllato anche fuori casa.

14.JPG

Elica

Questa foto è per condividere invece l’ingegno dell’installazione a cui il brand Elica ha pensato. Sotto alle cappe infatti immagini paradisiache e sopratutto in movimento simulavano una parete che è solitamente decorata dalle solite ceramiche da applicare sullo sfondo del piano cottura. Semplicemente una proiezione! Ma assolutamente un’idea simpatica da poter copiare in casa o fare evolvere…

15.JPG

Leicht

E sempre per quanto riguarda l’applicazione della tecnologia in cucina, che dire riguardo a queste tapparelle telecomandate che nascondono una credenza illuminata?

E poichè oltre al padiglione sulla tecnologia, il tema portante di quest’anno era proprio quello della cucina ecco una serie di immagine scattate all’evento.

27.JPG

Tanto marmo, ma non solo per la cucina.

28

Credenze illuminate e nascoste in maniera tecnologica.

31

29

Cucine intere che scompaiono come dietro ad un armadio.

Ma sappiamo pure che quest’anno al Salone del Mobile è stato presentato anche il padiglione Bagno. Linee essenziali, ispirazioni nordiche e colori pastello riassumono quanto le immagini scattate per voi durante l’occasione vi mostreranno.

16

18

19

21

17

E per concludere in dolcezza vi propongo invece le immagini di questo brand e dei suoi progetti pensati per i più piccoli. Quale bambino non sognerebbe una cameretta con almeno uno di questi arredi? Per me anche adesso!

In conclusione possiamo affermare che  quest’anno il Salone del Mobile ha proposto tendenze inclini al ritorno della semplicità. Abbiamo infatti visto più volte l’applicazione del legno anche nella sua versione più semplice.

37.JPG

Baldessari e Baldessari

38.JPG

Baldessari e Baldessari

39.JPG

Baldessari e Baldessari

40.JPG

Baldessari e Baldessari

Molto presenti sono stati poi anche gli arredi di chiara ispirazione nordica.

42.JPG

44.JPG

43.JPG

Ma anche colori e arredi che fanno pensare a qualcosa di più tradizionale, un ritorno alle origini: uno stile etnico.

45

52

55.JPG

51

48

E con queste immagini è tutto e chissà che non ci siano altre occasioni per parlare del Salone del Mobile prima dell’evento del prossimo anno! E voi ci siete stati? Che cosa vi è piaciuto di più? C’è qualche argomento che vi piacerebbe venga approfondito?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...