UN EBOOK PER LE VACANZE

Ed eccoci arrivati anche alla fine di questa sessione annuale! Si, hai capito bene: il blog va in vacanza! Ma non temere, sarà solo per il mese di Agosto. Io invece rimarrò a lavorare silenziosa dietro le quinte per produrre nuovi e accattivanti contenuti: sui social network (quali Facebook, Instagram e Pinterest; Twitter invece devo prima iniziare a capirci qualcosa anch’io!) potrai continuare a seguire le attività di Chiara Fedele Interior Design. In programma ci sono tante idee e tante novità su cui lavorare e il progetto di mantenere la stessa impronta stilistica che sono riuscita a conferire a questo mio spazio web nell’ultimo periodo.

Ma l’articolo in questione non finisce qua! Per riuscire a tenere testa alla tua sete di ispirazione, voglia di arredamento e di interni da sogno ho pensato di suggerirti diverse letture che magari potrebbero accompagnarti sotto l’ombrellone o qualsiasi altra meta turistica tu abbia scelto.

Ecco la top 5!

  • Chiara Fedele Interior Design Magari durante l’anno non sei riuscito a leggere proprio tutti i contenuti del blog. Questo mese di pausa potrebbe essere l’occasione per recuperare e andare a rispolverare anche i primissimi articoli. Sui social io continuerò a proporti diversi argomenti, ma ce ne sono talmente tanti che non credo riuscirò a postarli tutti, quindi non esitare a tornare qui di tanto in tanto e a curiosare!
  • AD E’ la prima rivista che ho scoperto quando mi sono avvicinata al mondo del design e rimane tutt’oggi una delle mie preferite. La qualità delle immagini è sorprendente e i contenuti sono sempre scelti con estrema cura. Si tratta di una rivista adatta sia ai professionisti, sia agli appassionati e propone home tour, proposte di tendenza, selezione di arredi, schede tecniche…

AD

  • Domus Anche questa rivista l’ho scoperta durante gli studi in Accademia e, mentre AD fu l’insegnante di Design a suggerircela, questa ci è stata consigliata da quello di Architettura. Va da se che gli argomenti sono più tecnici e che tra le proposte non ci sono solo case, ma anche e sopratutto spazi pubblici come musei, aeroporti o altro. Al contrario da quello che si può pensare la lettura, anche in questo caso, rimane comunque molto leggera. Te la consiglio se, oltre ad essere appassionato di design, ti entusiasma anche l’architettura d’interni, come a me!

Domus

  • Kinfolk Questa che ti sto proponendo ora è una vera e propria chicca e sta spopolando tra tutti i design blogger! Il mese scorso ti avevo parlato dello stile kinfolk: uno stile d’arredo che si è originato da un lifestyle orientato all’essenzialità, in contrasto con i ritmi e i valori tipici della società capitalista odierna. Forse però non ti avevo detto che esiste anche il magazine (qualcuno in rete lo ha definito “la guida per una vita fighissima”!). Probabilmente conducendo una vita come quella che ci suggerisce la comunità Kinfolk non sentiremmo neanche la necessità di partire in vacanza, poichè uno dei concetti sul quale si basa questo lifestyle è appunto l’equilibrio tra lavoro e vita. Più che una rivista d’arredamento, si tratta più precisamente di una rivista di lifestyle: cucina, tempo libero, organizzazione di incontri tra amici… Kinfolk è una rivista trimestrale e indipendente, ovvero priva di pubblicità. Per questo motivo non può essere comprata dal giornalaio di fiducia, ma va ordinata online o attraverso i distributori ufficiali.

Kinfolk

  • Il mio ebook Si, si, hai capito bene: ho scritto un ebook! Di cosa parla? Beh, di design ovviamente! Dell’evoluzione che la produzione e lo stile d’arredo ha avuto nel corso della storia e di quelle che sono le previsioni per il futuro. Il nodo in cui si concentra l’argomento è quello del design auto prodotto, considerazioni sull’impatto ambientale del nostro stile di vita e sul modo di impegnare il nostro tempo. Per tutte queste ragioni è una lettura che va a braccetto con quella della rivista Kinfolk. Lo trovi qui!

0001 (1).jpg

Ma le sorprese non finiscono qua! Ho voluto fare la cose in grande per l’arrivederci di quest’anno e ho creato un gruppo Facebook: Circondati di Piacere!

Poichè allo stesso tempo ho deciso di chiudere temporaneamente i servizi di progettazione d’interni nella mia vetrina, ho pensato che:

  • attraverso il gruppo ci saremmo potuti scambiare consigli e suggerimenti in maniera del tutto gratuita per l’arredamento della propria casa,
  • che ti saresti sentito meno solo, considerando l’assenza di nuovi articoli sul blog.

Raggiungici subito! Il gruppo parte proprio oggi e io non vedo l’ora di averti tra i nostri!

Fammi sapere tra i commenti se ti cimenterai nella lettura di una di queste riviste suggerite, se riuscirai a trovare il magazine Kinefolk o se scaricherai il mio ebook! Sopratutto, se lo leggerai fammi sapere cosa ne pensi!

Per il momento il blog Chiara Fedele Interior Design si ferma qua e ci si rivede il primo lunedi di Settembre! Buone vacanze!!

Logo

Annunci

RICOMINCIO DA QUI

Oggi mi apro con te. Sarà uno di quei post che più mi piace scrivere, ma anche uno di quelli che in genere mi danno belle vibrazioni quando li rileggo dopo tanto tempo e mi accorgo di quel processo chiamato “maturazione”.

Si, sarà proprio uno di quei post in cui sono veramente io e in cui parlo a ruota libera.

Uno di quei post che mi aiutano a fare mente locale, a guardarmi un po più nel profondo, a mettere nero su bianco pensieri che da fin troppo tempo cercano in qualche modo di essere più concreti.

Questo è uno di quei post, in cui mentre scrivo mi sento davvero una blogger, una di quelle che amo leggere perchè mi trasmettono emozioni e non solo conoscenze mentre le leggo. E purtroppo questa è una cosa che difficilmente riesco a fare… io, che fino ad oggi ho forse esagerato nella ricerca di una veste troppo professionale e poco umana

Si, proprio io, oggi colgo l’occasione per dirti che mi sono stufata, che quella veste inizia a starmi un po troppo stretta.

Quel modo di essere, quel modo di fare, quella presenza online non mi diverte più e, mentre avevo iniziato questa meravigliosa esperienza con entusiasmo, da qualche tempo tendo a vederla più come un obbligo o un lavoro forzato.

Io non sono così, io non voglio che sia così!

Il silenzio che mi ha aleggiato intorno in questo periodo era dovuto proprio a questo. Troppi pensieri, troppo rumorosi, che mi hanno portato ad un altro divenire. Qualcuno lo chiamerà re-branding; io lo chiamo “piena consapevolezza di se“.

Oggi quindi è arrivato il momento di parlarti un po di più di me. Voglio presentarmi e voglio farlo nel modo migliore possibile: piacere, io sono Chiara.

Ricomincio da qui.jpg

La mia storia nasce esattamente 28 anni fa (era il 23 Ottobre del 1988).

Ero una bambina allegra e spensierata e una delle mie prime passioni a manifestarsi fu proprio quella per i libri e la scrittura. Sono stata la prima della classe a imparare a leggere e come regalo per questo ricevetti in dono un libro gigante che raccoglieva tantissime storie al suo interno. Oggi sono sicura che quel libro non doveva poi essere così enorme, ma che era la mia taglia d’allora a farmelo ricordare così.

Appena avevo una manciata di minuti liberi mi portavo avanti nella lettura di quel libro, non mi importava più di nient’altro. E come lo terminai presi l’abbonamento nella libreria di fiducia e ogni settimana convincevo mia mamma ad acquistarmi un nuovo libro. Inutile dirvi che passai tutte le vacanze estive in compagnia dei miei amici fatti di carta a fantasia, mentre tutti gli altri miei compagni di scuola si incontravano nel cortile sotto casa a giocare tutti insieme.

Gli effetti benefici di quei libri si riscontrarono poi con le prime relazioni in classe. Gli insegnanti rimanevano sorpresi dai miei viaggi di fantasia a tal punto che ormai era divenuto un’appuntamento fisso quello di leggere davanti ai miei compagni le mie storie. Anche quando per la prima volta il compito non riguardò una storia di fantasia, ma una lettera di arrivederci agli insegnanti per l’ultimo anno di scuola, beh… anche li, riuscii a farli piangere tutti dalla commozione.

Il piacere di leggere, la passione per la scrittura e lo spirito d’inventiva nel corso della mia formazione quindi crebbero di pari passo, forse anche insieme al piacere di passare del tempo in solitudine ad ascoltare i miei pensieri.

Ecco cosa mi ha portato ad aprire un blog!

Ma di cosa parlare poi? Beh, desideravo parlarvi della mia più grande passione, quella per l’interior design!

Se mi segui già da un po, allora forse saprai che da grande in realtà volevo fare la psicanalista, ma poi la possibilità di seguire i corsi universitari a due passi da casa mi hanno portata a tentare l’iscrizione al corso di Architettura d’Interni e Design.

Fu la scelta migliore che avessi potuto fare: mi si è aperto un mondo! Oggi l’arredamento è la mia più grande passione e non potrei vivere senza tutto ciò…

Così mi ci sono laureata e al termine degli studi gli insegnanti ci consigliarono di aprire uno spazio sul web per permetterci di allargare le nostre possibilità professionali e farci conoscere il più possibile al mondo. Che dire: ho preso la palla al balzo e oggi il mio “spazio sul web” è il mio sito/blog, che non solo mi ha permesso di conoscere tante persone interessanti e di accedere a diverse occasioni di lavoro, ma anche di tenermi aggiornata in questo settore che racchiude una moltitudine di realtà con la quale sarebbe pressoché impossibile tenere il passo.

Ma perchè oggi ti ho raccontato tutto ciò? Perchè all’interno del mio blog c’è una sezione chiamata Shop, un piccolo e-commerce, o forse sarebbe più opportuno chiamare vetrina, che ho lasciato abbandonata a se stessa ormai da diverso tempo.

Tra i miei progetti ci sarebbe quello di farla rivivere e far si che Chiara Fedele Interior Design non si limiti ad essere sono un blog che tratta temi di arredamento, ne’ che sia solo una vetrina per il mondo del lavoro, ma che:

✎ diventi un vero e proprio brand,

✎ che possa offrire un servizio sempre più completo ai miei lettori,

✎ che Chiara Fedele Interior Design possa essere un vero e proprio lavoro, il mio! E non si limiti ad essere solo una passione.

Questo post è il primo a fare parte della rubrica Shop. Nel prossimo articolo ti presenterò la mia filosofia e quindi di quali sono le ragioni per cui fare affidamento sulla mia professionalità, piuttosto che quella di qualcun altro. O meglio, ti fornirò la chiave per rispondere alla domanda: è lei l’architetto che cerco, oppure è meglio chiedere ad un altro?

Logo