MERCATOPOLI

E’ tornato Settembre! Mese che segna un po per tutti un nuovo inizio, una nuova ripresa, nuovi obiettivi e propositi da mantenere.

Settembre e quindi l’autunno è anche un po paragonabile alla primavera per alcuni punti di vista: si fa il cambio dell’armadio, ci si prepara per il nuovo cambiamento climatico e si fanno delle pulizie più profonde al fine di eliminare anche tutto il superfluo che si ha accumulato durante i mesi passati.

In pratica Settembre è un ottimo mese per fare un po di sano decluttering!

Lo scopo di tutto questo preambolo è proprio questo: parlarti di alcuni temi che mi stanno strettamente a cuore e condividere con te una scoperta che ho subito amato!

Del decluttering ti avevo già parlato (trovi l’articolo qui), ma oggi vorrei farcire tutto il discorso con altri temi per me molto importanti, quali la sostenibilità, la condivisione, il riciclo e la lotta contro il consumismo.

Ma poichè su questi temi avevo scritto addirittura un vero e proprio ebook, passerò direttamente a parlarti della mia rivoluzionaria scoperta: si chiama Mercatopoli.

Mercatopoli è un negozio dell’usato nato con lo scopo di promuovere un riuso sicuro e consapevole. In Italia non ne esistono ancora molti, ma all’estero funzionano già da tanto tempo molto bene.

1

Il suo servizio è davvero innovativo in quanto è possibile portare in vendita qualsiasi tipo di oggetto in buono stato che voi vogliate: dall’arredamento, all’abbigliamento, oggetti tecnologici, veicoli, libri… Cioè davvero qualsiasi cosa!

Al vostro ingresso uno staff preparato e gentile vi accoglierà per aiutarvi nella fase di vendita. Insieme si stabilisce il prezzo al fine di garantire la massima trasparenza e in genere per i prodotti più recenti esso si aggira intorno al 50% del suo originario valore d’acquisto.

Inoltre esiste un intelligente sistema di tesseramento che permette di sapere chi ha venduto e chi ha comprato un determinato oggetto.

Una volta che l’oggetto viene venduto, è possibile recarsi in negozio per recuperare il denaro contante! Non si ottengono quindi semplicemente dei buoni spendibili solo nel punto vendita, ma si avranno dei soldi veri e propri con il quale è possibile farci quello che si vuole!

Registrandosi al sito sarà possibile controllare direttamente e in tempo reale le eventuali vendite di tutti gli oggetti che hai deciso di mettere in vendita.

I prodotti messi in vendita sono ad altissima rotazione, ciò vuol dire che in genere vengono rivenduti entro 60 giorni.

Se passati 90 giorni l’oggetto dovesse risultare ancora invenduto, esso verrà dato in dono ad un’associazione di beneficenza. I vestiti invece verranno dati direttamente in beneficenza trascorsi i 60 giorni.

2.jpg

Ma un’altra cosa che stavo dando per scontata è che a Mercatopoli puoi anche venire ad acquistare! Se sei un amante del vintage e degli oggetti introvabili sicuramente questo è il posto in cui venire!

Io trovo che il servizio offerto da questo negozio sia davvero qualcosa di ingegnoso e penso a tutti quegli oggetti che custodisco gelosamente a casa e per i quali non riesco a trovare il coraggio di buttare, seppure ormai siano abbandonati a se stessi. Quante volte alcuni di essi ricoprono addirittura un valore sentimentale e/o affettivo?

Sabato 23 Settembre andrò a provare il servizio personalmente! Se anche tu sei quindi interessato ti invito a seguirmi sulle Stories di Instagram e su Facebook per scoprire maggiori dettagli e a non perderti l’articolo che uscirà qui sul blog lunedi prossimo! #VendiConMercatopoli

TO BE CONTINUED… 

Logo

Annunci

TENDENZE 2017

Sono tornata! Il mio febbraio è stato caratterizzato da tanto lavoro lontano dalla carta e dal computer, ma ora sono di nuovo qua, in questo salottino che sento così familiare e di cui sinceramente iniziavo a sentirne la nostalgia.

Appena ho aperto il blog per scrivere questo articolo mi sono sentita un po disorientata a dire la verità. Mi sono spaventata davanti al pensiero di avere scritto un solo post con l’inizio del nuovo anno; poi ho riletto i buoni propositi e mi sono un po tranquillizzata… Ho fatto un respiro profondo e mi sono chiesta “E adesso?”.

Mi sono resa conto che quest’anno non vi ho ancora parlato di tendenze, l’argomento che più mi sta a cuore e che mi aveva spinto ad aprire questo spazio virtuale. Allora riprendo da qui: vi presento le principali tendenze del settore arredo per questo 2017.

Eccoli riassunti in questa lista illustrata!

Gli anni ’80 rivisitati in chiave moderna, quindi laccato, lucido, glossy e tanto colore.

1 by Apartment Therapy

Via Apartment Therapy

✎ Anche i materiali nobili scoprono l’effetto materico, sfoggiando interessanti textures decorative.

2 by Be hang Fabriek

Via Be Hang Fabriek

✎ Il tapestry: ovvero la tappezzeria che prende ispirazione dalle passerelle (sopratutto damascati e passamanerie).

3 by Adrienne Roberts

Via Adrienne Roberts

✎ Lo stile neo-coloniale (sopratutto con la paglia di Vienna) e lo stile vintage.

4 by Brown Dress With White Dots

Via Brown Dress With White Dots

✎ Tanto colore.

5 by Feed Puzzle

Via Feed Puzzle

✎ Oggetti d’arredo di produzione artigianale.

6 by Mr Colmar

Via Mr Colmar

Arredi “in&out”: cioè mobili che possono essere collocati e utilizzati sia in spazi aperti (come il giardino), sia negli interni.

7 by Desainer

Via Desainer

Multitasking: oggetti che assolvono a più funzioni, per esempio tavoli-contenitori…

8 by Apartment Therapy

Via Apartment Therapy

Stile raw: effetto grezzo e non finito che celebra la bellezza dell’imperfetto.

9 by Coco Lapine Design

Via Coco Lapine Design

Stile wild con i suoi materiali naturali.

10 by Top Home Decorator

Via Top Home Decorator

Stile geometrico.

11 by Studio Salaris

Via Studio Salaris

✎ Il marmo.

12 by Murals Wallpaper

Via Murals Wallpaper

Stile etnico.

13 by Deconome

Via Deconome

Stile scandinavo.

14 by Nyde

Via Nyde

Stile gipsy.

15 by Shop Style

Via Shop Style

Stile orientale.

16 by Little Piece Of Me

Via Little Piece Of Me

✎ L’ultrapattern, con i suoi giochi grafici.

17 by Academy Tiles

Via Academy Tiles

✎ L’arredo che si ispira all’arte: dipinti, sculture, film e altro ancora diventano lo spunto per la progettazione di tessuti, mobili, tappezzerie…

18 by Mrs Matott

Via Mrs Matott

Vi sareste mai aspettati di ritrovare anche nel 2017 buona parte delle tendenze arredo che hanno spopolato l’anno scorso!? Per fortuna l’interior design non ha gli stessi ritmi della moda!

E ora che sapete quali sono i segreti per interni di tendenza, non mi resta che augurarvi buona progettazione!

Logo

TENDENZE ARREDO 2015 – 2016

Ormai siamo già in pieno clima natalizio e qualcuno certamente avrà iniziato a fare programmi per l’anno a venire. Ecco perchè oggi scrivendo questo post per la rubrica delle tendenze arredo ho pensato di anticiparvi ciò che ci verrà proposto l’anno prossimo!

Qualcosa inevitabilmente ce lo porteremo dietro già da questo inverno e magari si tratta anche di qualche tendenza a cui abbiamo già accennato in qualche post precedente. Ecco quindi nel dettaglio i trend già visti e… a seguire le novità assolute!

ANCORA ORO

L’oro è già stato protagonista della nostra attenzione non molto tempo fa. Vediamo oggi che cosa è cambiato e quali sono le idee in più!

Sicuramente vale sempre la regola del less is more, ovvero è sempre meglio non esagerare con l’utilizzo di questo colore. Meglio invece adoperarlo solo per dare il giusto accento a qualche dettaglio disposto con astuzia negli spazi di casa vostra.

Se scegliete di utilizzare questa cromia sappiate anche che l’oro si sposa bene con qualsiasi materiale decidiate di adoperarlo.

Sappiate anche che è possibile impiegare l’oro sfruttando diverse sfumature. Questo colore infatti tende a regalare atmosfere differenti a seconda delle nuances con cui viene abbinato.

L’oro satinato, quindi opaco, è per esempio perfetto per la camera da letto, magari arricchita da dettagli rosa; per un effetto glamour invece accostate l’oro al nero; per un risultato expensive  abbinate l’oro lucido al verde…

Un’altra idea potrebbe essere quella della carta da parati con dettagli in oro; in questo caso sfruttate una palette cromatica composta di beige, rosa, pastello, azzurro e verde menta. Con una carta da parati molto dorata invece meglio se i mobili siano in legno naturale e gli accessori dai toni accesi.

1 by Idylloghim

By Idylloghim

DECORARE CON I MINERALI

Ne avevamo già parlato in abbinamento all’uso dell’oro come colore per la casa. Oggi gli dedichiamo invece un capitolo a sé. Il consiglio è quello di adoperare quelli dai colori accesi, come il viola, il blu e il fucsia per dare carattere anche agli angoli di casa più remoti. Tra i vari minerali di questi colori trovate le agate, le ametiste o i geodi…

L’idea è quella di disporre questi materiali come se si trattasse di veri e propri soprammobili, quindi su mensole o altri ripiani giocando con l’accostamento dei colori con gli oggetti che deciderete di collocare vicino. Giocate anche con le dimensioni e le forme!

Abbiate comunque sempre l’accortezza di scegliere dei fondali in tinta unita e magari dai toni chiari, ciò darà maggior risalto al gioco di colori che deciderete di applicare e farà si che i vostri minerali sprigionino tutta la lucentezza di cui sono capaci.

2 by Elle Decor

By Elle Decor

BARATTOLI, CHE PASSIONE!

Li avevamo iniziati a vedere con estrema frequenza già da quest’estate in realtà, con la proposta della mitica Detox Water. L’idea però sembra aver avuto così tanto successo che oramai non vogliamo più disfarci di questi oggetti così universali. In particolare sono loro i protagonisti più gettonati per quanto riguarda l’arte del riuso creativo, come possiamo vedere anche dalle proposte per le decorazioni di questo Natale.

Da semplice e antiquato oggetto relegato al mero uso di contenitore per marmellate e conserve dalle nostre nonne, oggi diventa addirittura possibile gustarci un vero e proprio piatto realizzato da grandi chef e servito in qualche ristorante di tendenza.

Oggi il barattolo di vetro può diventare di tutto e di più: un porta-candele, un centrotavola, una lampada…

Ma perchè? La data non è certa, ma a leggere con attenzione i trend di Google in America il boom di ricerche sul termine “mason jar ” coincide con l’inizio della crisi economica di questi anni e con la necessità di tornare al fai-da-te. Da necessità a moda il passo è stato breve, scrive Ilaria Mazzarotta, autrice del libro Food Jar… Tutto in un barattolo.

Chi non conosce invece il Quattro Stagioni di Bormioli Rocco? Nato in Italia quasi 40 anni fa, oggi nel suo sito propone tante idee diy per quanto riguarda il riciclo di questi contenitori di vetro.

3 by Craftgawker

By Craftgawker

QUALI STILI D’ARREDO?

Voci di corridoio sembrano suggerire che l’anno prossimo detteranno tendenza stili, quali:

✎ il vintage, ma caratterizzato da tonalità più decise e non più pastello come accadeva quest’anno;

✎ l’industriale eclettico, ma più in chiave retrò;

✎ esotico, ma in rivisitazione raffinata;

✎ nordico, ma, anche in questo caso, in reinterpretazione vintage.

4 by Lushome

By Lushome

COLOR OF THE YEAR

Per quanto riguarda la proposta del Colore di Tendenza per l’anno che seguirà ho deciso di fare affidamento a quanto stabilito da Akzo Nobel, anche perchè Pantone deve ancora fare il suo annuncio.

L’Akzo Nobel, a differenza di quest’ultimo, recensisce i colori che considera di tendenza analizzandoli esclusivamente nell’ambito dell’architettura, del design e dell’interior, lasciando escluso il settore della moda.

Beh, sembra proprio che il colore del 2016 sia proprio il Ochre Gold.

5 by Akzo Nobel

By Akzo Nobel

Eccovi quindi muniti di tutti i trend per l’anno a venire! Un’arma vincente se state pensando di rinnovare qualche spazio della vostra casa! Ma attenzione, il mio consiglio rimane sempre quello di non vedere questi consigli come delle nozioni da applicare pure e crude. Cercate sempre di utilizzare gli accorgimenti che più valorizzano la vostra casa e soluzioni mantenibili nel tempo!

TENDENZE AUTUNNO INVERNO 2015-16

Rieccoci di nuovo qui, al consueto appuntamento settimanale su questo blog. Oggi ho pensato per voi di presentare una selezione delle tendenze più in voga che ci accompagneranno questo autunno.

WASHI TAPE 

Inizio con il descrivervi quella che non è proprio una novità, in quanto in realtà sta spopolando ormai da questa estate, quindi probabilmente molti di voi la conoscono già. Sto parlando del colorato, divertente, versatile e creativo Washi tape! Ve ne parlo solo ora, è vero, perchè non credevo che questa “tecnica” avrebbe preso così piede come invece ha fatto. Per chi ancora non li conoscesse invece eccone una breve presentazione! Si tratta di semplici rotoli di nastro adesivo che però propongono superfici colorate e dalle infinite fantasie, perfetti per personalizzare qualsiasi cosa ci passi per la testa: dai bigliettini d’auguri, agli interruttori per la luce, passando per gli infissi e arrivando persino ai muri di casa propria. Questa moda arriva dal Giappone e a mio parere si tratta proprio di un’idea geniale, in quanto bastano pochi euro per dare nuova vita a vecchi oggetti e in più lo si può usare all’infinito, in quanto lo si rimuove senza difficoltà senza lasciare né macchie, né tracce di colla. Ah, il termine washi si riferisce alla leggera carta giapponese con cui è realizzato!

Per avere una prima carrellata di idee sulle possibili applicazioni del washi tape vi consiglio di seguire Courtney Cerruti su Instagram @ccerruti, autrice del libro Washi Tape, edizione Logos.

Inoltre, questi divertenti nastri colorati sono disponibili presso i seguenti negozi: Ikea, Tiger, Etsy e My washi tape.

1 by Rachel Luongo

By Rachel Luongo

TESSUTI

Vi presento anche la tendenza che riguarda la scelta dei tessuti per ciò che concerne principalmente colori e fantasie. Ecco un breve elenco dei tessuti più in voga in questo periodo dell’anno.

✎ L’abbinamento grigio e giallo.

✎ I motivi floreali, ma dai toni rilassanti.

✎ Le fantasie geometriche d’ispirazione vintage. Per questa tendenza potete optare sul binomio bianco e nero, ottenendo un effetto quasi optical, o su tonalità calde come il giallo, l’arancione, il verde e il marsala.

✎ Potete inoltre far ricorso a tutti quei colori che abbiamo già visto dettare tendenza in questo periodo dell’anno, qui. L’attenzione in più consiste nella scelta dei materiali, meglio le fibre naturali, dalla superficie grezza e ruvida.

by Decor8

By Decor8

PRECIOUS

L’evento parigino Maison&Object che si è tenuto poco tempo fa ha dettato nuove tendenze; una fra tutte non può passare inosservata. Mi riferisco alla tendenza di rivestire casa con il color oro!

Riguarda ogni cosa, dai complementi, agli oggetti e se volete anche i tessuti. Abbinatelo a colori più couture, come il blu, verde smeraldo e bordeaux, oppure a colori molto caldi e naturali e a materiali più tradizionali. Per esempio nel soggiorno o in camera da letto potrete inserire poltrone in pelle color cuoio, marrone o testa di moro e cuscini ricamati, magari con inserti in bronzo o dal tessuto con una texture particolare.

Un suggerimento proveniente sempre dal medesimo contesto è quello di sostituire il classico total look che solitamente impera sulla tavola con porcellane, ceramiche e acciaio, ripiegando invece su diverse lavorazioni come la spazzolato o rifiniture opache e temperate o versioni più colorate anche con dettagli dorati.

A riferimento di ciò, conoscete il Kintsugi? Si tratta di una tradizione artigianale orientale attraverso la quale si tende a riparare porcellane antiche attraverso una mix di lacca e oro ottenendo un risultato di valore e dal gran effetto visivo.

Un altro abbinamento a cui potrete fare riferimento è quello allo stile scandinavo, quindi a colori pastello e a linee minimal e pulite.

Per quanto riguarda i soprammobili si consiglia di ricorrere ad un altro trend, quello dei minerali.

Il consiglio in più: evitate il total look a meno che non si tratti esclusivamente di una mise en place o per una vetrina con pochi accessori ed evitate anche di inserire nell’arredo elementi già di per se importanti, come statue, al fine da non rendere la vostra casa simile ad un museo.

by StyleCaster

By StyleCaster

PIATTO DOCCIA

Si tratta dell’ennesima moda proveniente da un evento importante di design come il Cersaie. La tendenza del momento lo vuole urbano: effetto cemento e griglie di scarico che ricordano quelle nelle strade in città.

Privilege Liso by Fiora

Privilege Liso by Fiora

Per questa settimana è tutto! A Novembre vi aggiornerò con altre novità sulle tendenze arredo!

STILE BOHEMIEN

Lo stile bohemien (o boho), influisce sia sul mondo fashion, che su quello dell’arredamento. Esso è caratterizzato da colori brillanti e stili contrastanti anche all’interno di un’unica stanza. Ciò che contraddistingue particolarmente questo stile è un aspetto trasandato nel complesso, pur mantenendo un’ atmosfera elegante e vintage, con influenze hippie, etniche, orientali e dagli anni ’60 e ’70.

-.-.- I MOBILI -.-.-

I divani, grandi e comodi, hanno forme sinuose e morbide. Non possono mancare poi i pouf, ideali per creare il perfetto contrasto di colore con il divano o il letto accanto a cui deciderete di collocarlo. Assolutamente vietati sono invece i mobili con rigide angolature e spigoli squadrati.

By Karlie McKenna

-.-.- I COLORI -.-.-

Il colore è l’elemento principale con cui giocare per arredare in questo stile. Vanno scelti i colori caldi che richiamano quelli naturali della terra: nero, marrone, beige, kaki e oliva in abbinamento a colori più brillanti come l’argento, l’oro, il giallo senape, il viola o il rosso ruggine.

Il consiglio per non sbagliare in questo potpourri di colori è quello di sceglierne un massimo di quattro.

By Rachel Simmons

-.-.- GLI ACCESSORI -.-.-

Per prima cosa mettete bicchierini da tè in vetro colorato e altri ornamenti orientali su un vassoi d’argento. Un’altra idea potrebbe essere quella di adoperare cuscini dai colori vivaci combinati con eco-pelle, frange o paillettes.

By Claire-Jane Oliver

-.-.- I MATERIALI -.-.-

Prediligete materiali come il legno, il velluto o la pelle. Vanno bene tutti i materiali purché essi siano naturali e mischiateli in modo da ottenere una sintonia perfetta e quindi un’atmosfera confortevole.

By Lauren Richardson

-.-.- IL CONSIGLIO -.-.-

Anche le stampe aiutano ad ottenere uno stile boho ben riuscito: batik, floreale, patchwork…

By Phyllis Njoroge